img_20161026_111022La storia del ristorante Miranda parte da lontano, sia nei tempi che nei luoghi. Sono gli anni ’50 quando il giovane Oreste Polini, emigrato in Svizzera alla ricerca di un lavoro, viene per la prima volta affascinato e sedotto dal mondo della ristorazione.

Si impegna per anni in svariate mansioni all’interno di alberghi d’elite, passando gradualmente da lavapiatti a portiere di notte, all’occorrenza barista, fino a diventare caposala.

È in questi anni che nella mente di Oreste prende sempre più forma l’idea del tutto innovativa per l’epoca di offrire anche al suo piccolo paese natale un modello di accoglienza e ristorazione di qualità. L’occasione giusta si presenta quando nel 1959, grazie ai guadagni svizzeri, il lavoratore bergamasco riesce ad acquistare quella che appariva come la perfetta sede per il suo progetto, l’elegante dimora di Aligi Sassu, famoso pittore di origine sarda che sulle sponde del lago d’Iseo aveva trovato ispirazione per illustrare con i suoi acquerelli una edizione de “I promessi sposi”.

Il nativo di Riva di Solto era grande amico e uomo di fiducia dell’artista che conosceva sin da ragazzo, in tempi di guerra condivisero l’ideologia ed anche le difficoltà. È qui che nasce ufficialmente il ristorante Miranda, ma per tutti “da Oreste”. Se in principio la clientela era quasi esclusivamente locale, ben presto la fama del Miranda si è espansa attirando anche turisti stranieri che possono inoltre soggiornare nelle stanze d’albergo che nel tempo sono state affiancate al contesto ristorativo.

La regina incontrastata della cucina è stata per più di vent’anni Elvira, la moglie di Oreste. Chi ancora oggi non si ricorda i profumi e la delicatezza delle sue croutes aux champignons, delle crepes vallesanne o delle scaloppine alla Colbert?

Il ristorante si è sempre contraddistinto per la sua conduzione familiare passando di generazione in generazione; infatti, nel 1980 la gestione viene affidata direttamente a Luisa, primogenita di Elvira e Oreste. Cinque anni più tardi l’incarico passa al fratello Roberto che, con la collaborazione di Wilma e affiancato da uno staff completo e specializzato, realizza la svolta ed il rinnovamento. E a partire dagli ultimi anni è entrato a far parte della squadra anche il figlio Sergio.

Oggi l’Hotel Miranda offre ai suoi clienti, oltre ad un panorama mozzafiato, un ambiente rilassante circondato dal verde dei suoi ulivi secolari e un’ampia piscina esterna, un personale attento ed una cucina ricercata. Il menù proposto dagli Chef Pasquale e Roberto comprende anche piatti della cucina internazionale, ma non manca una spiccata predilezione per il pesce, soprattutto di lago;così, se ci si accomoda in una delle due sale del ristorante, si incontrano tra numerose specialità deliziose sardine essiccate accompagnate da polenta, un risottino al profumo di lago, code di gamberi in crosta di patate croccanti, il tutto accompagnato da una ricca cantina selezionata da Sergio.

Questi i tratti fondamentali del Miranda, uno dei ristoranti storici di Riva di Solto, sinonimo di qualità sin dal lontano 1959, che può vantare tra i numerosi clienti anche diversi personaggi famosi tra cui l’indimenticabile Gimondi, il campione di moto Agostini, il prestigiatore Silvan, il comico. Renato Pozzetto.

Staff Miranda